ITALY45 (una storia d'amore)

ITALY45 (una storia d'amore)

ITALY45 Collage 1
ITALY45
ITALY45
ITALY45
ITALY45
ITALY45
ITALY45
ITALY45
ITALY45
 

“ Tu e la tua guerra, - gridavano - Se n'ha abbastanza, noialtri, di queste storie di guerra! Non interessa a nessuno, la tua guerra!” Sebastiano Vassalli

Lui e Lei, le luci del Varietà, ba ba baciami piccina, un futuro da immaginare.

Dopo due grandi guerre avvenute in meno di trent’anni, nel 1945 l'Italia è un paese in rovina, lacerato dalla violenza, con le istituzioni basilari al collasso. Un paese profondamente spaccato in due: fratture tra nord e sud, tra città e campagna, antifascisti e fascisti, monarchici e repubblicani, un’idea di futuro sospesa fra modernizzazione o conservatorismo.

Nell'Italia del dopoguerra c'è un’enorme voglia di dimenticare l’orrore - “Se questo è un uomo” di Primo Levi riceve il rifiuto alla pubblicazione per 10 anni - e di ricostruire. Uno spirito nuovo, una volontà profonda di partecipazione all’opera di ricostruzione permea tutti gli strati della popolazione. L’aspettativa di rinnovamento del vecchio Stato era forte nei cuori degli italiani, soprattutto in chi aveva lottato di persona per scacciare il nemico e insieme costruire una società veramente democratica.

Rimozione e sguardo al futuro, macerie passate e presenti, giorni nuovi e buona volontà.

E’ proprio nello spazio di questa livida ma promettente alba storica che troviamo Lui e Lei, due attori e cantanti, divi della primissima TV italiana, un passato condiviso fra luci del

varietà, fama e applausi, alle prese con il loro matrimonio ormai devastato dalla guerra e con le loro carriere ora da ricostruire. I bombardamenti hanno distrutto gli archivi dell'EIAR: documenti, palinsesti, sceneggiature, foto, pellicole, tutto ciò che documenta quella prima generazione di televisione va in fumo. Esattamente come il loro rapporto artistico e personale.

Lui arruolato nell'esercito e Lei rimasta in eterna attesa; ormai senza speranze dopo un bollettino di guerra nefasto, si è rifatta una nuova vita. Ma Lui ritorna. Ciò che alla fine della seconda guerra si credeva morto, non lo è davvero. Come ricostruire la loro relazione?

Una musica, quella del dopoguerra, che dipinge al mondo un'Italia piena di speranza e di sogni, l'Italia che rinasce e che ce la fa, ma giù dal palco fra Lui e Lei ci sono i litigi e le difficoltà del presente, la voglia di vita e i tentativi di pace, insieme ad uno sguardo nostalgico alla musica che li ha uniti nel decennio precedente.

La passione, la dinamica di coppia dei due attori e amanti con una vita da reinventare segnano i passaggi di una storia che ancora oggi fa sentire la sua eco.

L'Italia è in pace, ma non con il suo passato.

Le canzoni più belle degli anni ‘40, da Wanda Osiris a Lina Termini, da Luciano Tajoli a un giovanissimo Claudio Villa, passando per il Duo Fasano, il Trio Lescano e il Quartetto Cetra, saranno cantate dal vivo dai due artisti, riarrangiate per l’occasione dal pianista Diego Mingolla.

drammaturgia, regia e interpreti

Sax Nicosia e Greta Zamparini

musiche e arrangiamenti

Diego Mingolla

progetto scenico

Maddalena Masini

costumi

Rossana Dassetto

anteprima nazionale al Teatro Baretti di Torino,

Via Giuseppe Baretti 4 , 1 0 1 25 Torino Telefono:011 655187 

CAST
Greta Zamparini
Attrice diplomata alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano diretta da Giorgio Strehler, nel 1999.
In scena è diretta tra gli altri da da: Giorgio Strehler, Ruggero Cappuccio, Luca De Filippo, Peter Stein, Cesare Lievi, Eimuntas Nekrosius, Massimo Castri, Antonio Calenda, Bruno Fornasari, Monica Conti.
Vince la borsa di studio Gianni Agus - Premio Hystrio alla vocazione nel 2000.
Dal 2008 al 2013 è stata socia fondatrice della Compagnia Teatrale PianoinBilico che porta almeno due spettacoli all'anno sui cartelloni Milanesi e in cui è co-dirige due rassegne teatrali, una della quali vince il Bando Cariplo 2011 per la creatività giovanile.
Dal 2012 e nel 2014 cura i testi e la regia di due monologhi sul tema della mercificazione: “Temporaneamente Tua”, che la vede anche interprete e “Quanto vuoi” con l'attore Umberto Terruso.
Ha preso parte a diversi film e serie Tv tra cui: “Somewhere” regia di Sophia Coppola, “Squadra Antimafia” regia Beniamino Catena, “Un amore di Strega” regia di Angelo Longoni, “Mendels” di Liana Marabini.
I suoi acting coaches attualmente sono Gary Condes e Tom Radcliffe a Londra.
Sax Nicosia attore
Attore e cantante, si diploma nel 2000 presso la Scuola per Attori del Teatro Stabile di Torino, fondata e diretta da Luca Ronconi. Ha lavorato, fra gli altri, con Giancarlo Cobelli, Mauro Avogadro, Ugo Gregoretti, Davide Livermore, Jerome Savary, Slobodan Milatovic, Carmelo Rifici, Serena Sinigaglia.
Dal 2011 è attore e regista della compagnia teatrale milanese “Nina’s Drag Queens”, con la quale ha affrontato autori come Cechov, Brecht, Shakespeare. Ha preso parte a diverse fiction fra cui "Le 5 giornate di Milano", "L’uomo sbagliato", "Nebbie e Delitti 3", nelle sit-com "Camera Cafè" e "Piloti", e recentemente in “Non Uccidere ”.
Al cinema ha recitato in "L'uomo che ama" di Maria Sole Tognazzi, e nel 2012 è protagonista in "The Gerber Syndrome" di Maxì Dejoie. Dal 2014 è nel cast di "Off Off Arturo" insieme ad Arturo Brachetti. Collabora assiduamente nell’ambito dell’opera lirica con il regista Davide Livermore, sia in qualità di attore che di assistente alla regia, e nel febbraio del 2017 dirige “La Bohème” di Puccini presso il teatro NCPA di Mumbai, India.
Diego Mingolla musicista
Si è diplomato e laureato a Torino per poi perfezionarsi con Elio Battaglia presso la Scuola Superiore per Pianisti Accompagnatori “H. Wolf” e con Helmut Deutsch e Antonio Ballista a Milano. Come concertista ha preso parte a stagioni concertistiche in Italia e all’estero e vanta importanti collaborazioni artistiche con Mirella Freni, Fiorenza Cossotto, Barbara Frittoli, Rockweel Blake.
Oltre ad aver collaborato con il Teatro Regio di Torino e il Mozarteum di Salisburgo da piu di vent’anni è pianista collaboratore dei master di Alto Perfezionamento organizzati dall’Accademia “L. Perosi” di Biella. Apprezzato come pianista di scena ha preso parte a numerose produzioni teatrali in veste di interprete, compositore, arrangiatore e consulente musicale lavorando, tra gli altri, con la Fondazione Casa Teatro Ragazzi di Torino, i registi Davide Livermore, Arturo Brachetti, e John Turturro.